Lettori fissi

lunedì 1 luglio 2013

Carciofi fritti......divini!



Il carciofo è una pianta di origine mediterranea, con un fusto robusto e ramificato; la sua altezza può raggiungere un metro e venti centimetri. Il carciofo è un ortaggio ben conosciuto e consumato fin dai tempi antichi. Era utilizzato come alimento fin dal popolo egiziano ed in seguito dai greci e dai romani. Il carciofo viene raccolto da ottobre a giugno e molte specie fioriscono più volte durante l'anno. In Italia è molto diffuso, soprattutto nell'area mediterranea, le coltivazioni più estese si trovano in Liguria, Toscana, Sardegna, Lazio e Puglia ed il nostro paese, attualmente, è il maggior produttore a livello mondiale di carciofi. Sul mercato esistono diverse qualità di carciofo, tondeggianti o allungati, con spine o senza, in diverse tonalità di verde e con sfumature violacee. Le varietà di carciofo coltivate nel mondo sono circa 90.

Il carciofo è un ortaggio dal basso contenuto calorico, circa 22 calorie per ogni etto di prodotto crudo, ed è ricco di sali minerali, in particolare magnesio, ferro, fosforo e calcio, essenziali per la formazione dei tessuti, le reazioni enzimatiche, la coagulazione del sangue, la trasmissione degli impulsi nervosi e il metabolismo idrico generale dell’organismo.

Il segreto di molte delle virtù benefiche attribuite al carciofo risiede nella cinarina, la sostanza aromatica che conferisce a quest’ortaggio il suo tipico sapore amaro. La cinarina è presente nel carciofo in buone quantità e risulta particolarmente utile sia per la corretta funzionalità del fegato che per abbassare i livelli di colesterolo.

Volete sapere come fare per riconoscere la freschezza di un carciofo? Semplice. Afferrateli con indice e pollice e premete; se il carciofo è duro e compatto è fresco se tende ad appiattirsi invece non lo è. Un carciofo fresco deve avere le punte ancora ben chiuse e se il gambo ha ancore delle foglie attaccate, queste non devono essere appassite, ma al contrario ben fresche.


Per fare questi eccezionali carciofi fritti serve:
una decina di carciofi 
una dose di besciamella
prosciutto cotto
formaggio
2 uova
pan grattato

Allora inizio dicendo che i carciofi occorre pulirli per bene laasciandoli interi e scavando la parte centrale....bollirli per qualche minuto in acqua e sale....quando il gambo è cotto ( deve entrare una forchetta senza difficolta') scolarli e lasciarli freddare...
Nel frattempo fate la besciamella con :

500 gr latte
50 farina
30 burro
sale q.b
1 pizzico noce moscata

Mettete il burro a sciogliere , quando è sciolto mettete tutta in una volta la farina, e fate una palla compatta.
Poi aggiungete il latte fatto un po' intiepidire portate a cottura.....fate raffreddare per bene.
Tagliate i carciofi a meta' li riempite con prosciutto , formaggio e besciamella li passate nell'uovo sbattuto e poi nel pan grattato
friggete in olio ben caldo.

Buon appetito!






Nessun commento:

Posta un commento